La stagione 2019 si apre questa settimana

La stagione 2019 si apre questa settimana

Dopo due mesi completi di stop, finalmente torna ad animarsi la Palude, cioè il campo di allenamento degli Alligators Rovigo, la squadra di Football Americano polesana.

Giovedì 30 agosto e domenica 2 settembre si svolgeranno gli Alligators Camp, cioè i primi allenamenti della stagione 2019. Che si terranno senza casco ed armatura, e saranno aperti a tutti gli interessati a scoprire la bellezza del football americano ed il grande spirito di gruppo degli alligatori!

Per i biancoverdi è un ritorno sul campo di casa, quello dove sono nati e cresciuti e che hanno dovuto abbandonare in primavera per via dei lavori a cui è stato sottoposto l’impianto.

Grazie alla grande disponibilità della Monti Rugby Rovigo Junior hanno potuto disputare la loro prima stagione di campionato di sempre sul campo 3 del Battaglini. Ma proprio gli amici della Monti hanno ora preso in gestione anche il C.S. Marvelli (il nome ufficiale della Palude) e così gli alligatori sono potuti tornare nella loro tana. Da dove ripartirà l’assalto al Campionato Italiano di III Divisione.

Altra novità sarà l’incremento del parco allenatori, o Coaching Staff per dirla all’americana. Perché oltre ai confermati Marco Masotto e Matteo Boscalieri saranno altri due gli allenatori che “alleveranno” gli alligatori, insegnando loro tutte le tante tecniche del football. Sport dove ogni ruolo è molto differente dagli altri e quindi necessità di allenamenti specifici.

La squadra di football di tutto il Polesine continua a crescere ed ingrandirsi, e la popolazione risponde, visti che sono attesi circa una quarantina di ragazzi in campo giovedì e domenica. Una splendida risposta al richiamo degli Alligators, che solo una terra “con i palloni ovali” poteva dare!

Un alligatore all’All Star Game

Un alligatore all’All Star Game
Entrata in campo del DL degli Alligators Rovigo Federico La Commare all'All Star Game 2018 di Castel Giorgio.

L’atterraggio tra le stelle è avvenuto, ed ora Federico la Commare è divenuto un giocatore di Football Americano noto a livello nazionale! Il Defensive Lineman degli Alligators Rovigo è sceso in campo sabato sera nell’All Star Game, cioè la selezione dei migliori giocatori della stagione 2018 di tutto il Campionato Italiano di III Divisione, quello in cui gli alligatori polesani hanno debuttato questa stagione.

La terza serie nazionale è divisa in North Conference e South Conference, e lo stesso è stato fatto per i giocatori che erano presenti a Castel Giorgio, in provincia di Terni, in Umbria. La partita si è conclusa con un roboante 35-0 a favore della formazione settentrionale, dopo che nelle due precedenti edizioni era stato il meridione a svettare.

Il buon “Orso”, come è chiamato da tutti in squadra, ha giocato col suo numero 96 sulle spalle ed ha davvero brillato, nonostante abbia iniziato a giocare con la palla ovale “in salsa americana” solo sei mesi fa.

Lo confermano ad esempio le parole di Domenico Cundari, l’Allenatore della Difesa dei Redskins Verona che ha occupato lo stesso ruolo nella partita di sabato per la squadra del Nord: “Federico ha giocato molto bene, è un ottimo ragazzo che ha delle ottime basi da implementare. É più che disponibile a migliorare e crescere ed ha messo tutto se stesso in questa partita. Che si è più che meritato, visto che ha giocato anche in ruoli non suoi e questo non lo ha fermato ed ha messo tutto il suo impegno. Bravissimo ragazzo, che crescerà molto bene”.

Ovviamente raggiante Federico, che ha fine partita ha commentato: “Sicuramente una grandissima soddisfazione personale e per la squadra, c’è da imparare ancora moltissimo ma è stata una esperienza che mi ha fatto crescere. Confrontarsi con giocatori come quelli presenti ti permette di imparare tantissimo. Un onore essere qui a giocare con loro!”.

Alligatore tra le stelle

Alligatore tra le stelle

La stagione di debutto nel football americano si è conclusa, ma questo 2018 non smette di portare belle notizie agli Alligators Rovigo.

Mentre si stanno svolgendo i play-off di tutti i campionati italiani, che i polesani hanno mancato per pochissimo (24 squadre ammesse, alligatori 27esimi nella classifica nazionale), sono uscite le convocazioni per l’All Star Game della III Divisione.

Si tratta di una partita che si terrà tra un mese e che vedrà affrontarsi giocatori di tutta Italia in rappresentanza dei gironi Nord e Sud del campionato. Si tratta di quelli ritenuti migliori di ogni ruolo, e per questo viene chiamata “partita delle Stelle”. E tra tutti i convocati figura anche un alligatore!

Infatti sarà il Defensive Lineman Federico La Commare a tenere alto il nome di Rovigo nella partita del 21 luglio al mitico Stadio Vince Lombardi di Castel Giorgio, in provincia di Terni. Si tratta dell’impianto che fu costruito a fine anni ‘70 per ospitare le prime partite di football di sempre tra squadre italiane e dedicato ad un italo-americano divenuto un vero mito negli Stati Uniti. A Lombardi, infatti, è addirittura dedicato il trofeo che viene assegnato alla squadra che vince il campionato americano!

Per questo tanti eventi nazionali vengono ancora svolti lì, sul campo dove tutto è iniziato e dove ha sede il MuFA, cioè il Museo del Football Americano tricolore.

Intanto i play-off stanno dimostrando il valore delle squadre affrontate dagli Alligators in stagione, con Ferrara arrivata fino ai quarti di finale e soprattutto Venezia che si giocherà domenica l’ammissione al Nine Bowl, cioè la finale italiana. E proprio gli Islanders hanno rifilato alle altre squadre punteggi pari a quelli subiti dagli Alligators; segno che in altri gironi i polesani, al loro primo anno, avrebbero potuto puntare davvero a fare strada nonostante l’inesperienza!

Obiettivo raggiunto

Obiettivo raggiunto

Comunicato stampa 13/2018

L’ultima partita di campionato era per gli Alligators Rovigo come il saggio finale di un corso di ballo: salire sul palco per mostrare al mondo del football americano quanto imparato durante la stagione di debutto. Il teatro in cui si sono esibiti gli alligatori era impegnativo, perché lo Stadio Battaglini non può richiedere altro che eccellenza, e come avversario da affrontare quegli Islanders Venezia primi in classifica, con solo vittorie in stagione ed obiettivo di fare strada ai playoff.

La partita di andata a marzo si era chiusa con un esplicativo 63-0, quindi il risultato della partita era già scritto. Ma l’obiettivo era mostrare la crescita, e questo si può dire con certezza che sia stato ampiamente raggiunto!

In poco più di due mesi Rovigo è passata dal subire 30 punti nel primo quarto a concludere la partita con 40 presi in totale. Ma soprattutto il primo tempo si è chiuso 0-13 ed a fine terzo quarto erano appena 20 i punti segnati da Venezia. Poi la stanchezza ha colpito duro i biancoverdi, che stavano spremendosi al massimo per cercare di giocare alla pari di una squadra ad un livello al top in Italia, e così sono arrivati tre touchdown nel solo quarto quarto a portare a 40 il totale.

In egual modo l’attacco Alligators ha mostrato passi avanti, anche se lo 0 nei punti segnati non lo dica. A Venezia a marzo si è riusciti a passare la metacampo solo una volta, domenica a Rovigo in tre differenti occasioni gli alligatori sono arrivati alla Red Zone (le ultime 20 yard del campo) veneziana.

Poi quando il campo si è ristretto la difesa Islanders è stata perfetta ed ha fermato la speranza polesana di riuscire a muovere il proprio tabellone, ma comunque tutta la squadra Alligators ha fatto una bella figura. Confermata dai complimenti ricevuti anche dallo staff veneziano.

Campionato concluso per Rovigo, ma allenamenti che andranno avanti fino a giugno, per accogliere tutti i polesani che vogliono provare il football americano!

Ultima partita della stagione

Ultima partita della stagione

Comunicato stampa 12/2018

Sarà domenica l’ultima sfida della stagione 2018 del Campionato Italiano di Football Americano di III Divisione per gli Alligators Rovigo, che al Campo 3 del mitico Stadio Mario Battaglini affronteranno i capoclassifica Islanders Venezia. La partita è ovviamente una ripidissima salita, dato che si affrontano una squadra alla sua stagione di debutto ed una compagine forte, ben organizzata, con tanta storia e che nel 2018 ha vinto tutte le partite disputate ed ovviamente punta a fare strada nei playoff nazionali, fino magari alla promozione in II Divisione.

Il pronostico, quindi, è ovviamente ben chiaro, ma comunque la partita ha una storia da raccontare. Gli alligatori devono dimostrare quanto hanno appreso durante questo primo anno, quindi puntare con forza a migliorare il 63-0 della partita di andata. Da allora si sono avuti tantissimi cambi di posizione, di modo di giocare e soprattutto tanti nuovi giocatori che pian piano sono venuti a provare ed hanno poi debuttato in campo. E difatti sono arrivate poi prestazioni più convincenti ed anche due vittorie. Quindi la squadra è molto diversa rispetto a febbraio, e serve dimostrarlo!

Poi a fine partita il solito Quinto Quarto alla Casetta Rossoblù, per festeggiare la nascita di questo sport in Polesine e la conclusione di questa prima annata.

I polesani non concluderanno però qui la loro stagione. Infatti gli allenamenti andranno ancora avanti, per insegnare le basi del football ai ragazzi nuovi che vengono a provare, così da farli arrivare poi pronti al campionato 2019.

E sono in diversi che anche in questi giorni chiedono di poter indossare casco e spalliera per la prima volta. All’ultimo allenamento di questa settimana erano quasi una trentina i giocatori in campo, tra quanti con attrezzatura addosso, quelli ai loro primi allenamenti ed infortunati a fare assistenza da bordo campo. Segno che il football americano sta mettendo radici a Rovigo e punta a crescere florido e rigoglioso!

Conquistato il Delta Bowl

Conquistato il Delta Bowl

Comunicato stampa 11/2018

Seconda vittoria della stagione per gli Alligators Rovigo, la squadra di football americano del Polesine, che sabato sera hanno battuto nuovamente i Buccaneers Comacchio come già la settimana precedente nel match di andata.

Questa volta in Emilia i punteggi sono stati più bassi e la partita più tattica, ma soprattutto la grande novità è che gli alligatori per la prima volta hanno iniziato la partita col piede giusto!

Infatti l’attacco rodigino ha avuto in mano il pallone per primo e subito nel primo drive della partita è andato a segnare un touchdown con Andrea Ferrari. È la prima volta in tutta la stagione che la squadra è riuscita finalmente a non subire la tensione della partita e non finire subito in svantaggio, segno che i biancoverdi stanno capitalizzando su tutte le lezioni apprese in questa prima annata.

Poi anche nel secondo possesso gli Alligators hanno percorso tutto il campo, fermandosi solo a poche iarde di distanza da una seconda segnatura, arrivata comunque dopo l’intervallo con una corsa personale del quarterback Giorgio Omietti.

Ottima partita per la difesa polesana, che ha fermato con buona sicurezza le mosse dei bucanieri per quasi tutta la partita. Unica segnatura subita nel finale della partita, a causa di una ottima posizione di campo concessa dall’attacco che ha regalato palla ai Buccaneers nella propria Red Zone (così vengono soprannominate le ultime 20 iarde del campo).

Questo successo, oltre a portare gli Alligators ad un ottimo record di 2 vittorie e 3 sconfitte nel campionato di debutto, consegna alla squadra la prima edizione del Delta Bowl. Cioè il trofeo che annualmente Rovigo e Comacchio si disputeranno per il predominio sul Delta del Po che divide le due città.

Per tutto il 2018 le acque del lungo fiume saranno solamente proprietà rodigina!

Lotta acquatica per il Delta Bowl

Lotta acquatica per il Delta Bowl

Comunicato stampa 10/2018

Domani sera gli Alligators giocheranno a Comacchio la loro quinta partita della loro stagione di debutto, e ricambieranno la visita dei Buccaneers di sette giorni fa a Rovigo.

Questa partita di ritorno ha valore non solo per il campionato, ma anche per il trofeo che le due società hanno deciso di creare e mettere in palio tra loro ogni anno. Se le due formazioni saranno nello stesso girone varranno le partite di campionato, altrimenti il Delta Bowl sarà una partita extra. In palio il predominio sul Delta del Po!

Infatti il lungo fiume che termina dividendo Veneto ed Emilia è proprio a metà strada tra Rovigo e Comacchio e quindi le due compagini intendono contenderselo annualmente. Il fatto poi che alligatori e bucanieri siano “nemici naturali” ed entrambi legati all’acqua sembra fatto apposta per chiudere il cerchio. Ed il pensiero non può che andare a Capitan Uncino ed il suo nemico con la sveglia nello storico cartone Disney.

Rovigo si presenta al match con un vantaggio di 12 punti, grazie alla vittoria di settimana scorsa 26-14 allo Stadio Battaglini, ma di certo non può dormire sonni tranquilli perché la ciurma di Comacchio è più esperta e di sicuro è pronta a tendere tanti tranelli a bordo della sua nave.

I polesani dovranno stare attenti a non farsi trovare ormai sazi per lo storico successo di sabato scorso, perché il football non concede pause o pietà.

Su quanto ci sia da crescere ancora l’ha spiegato il capo allenatore della squadra, Marco Masotto: «Dobbiamo migliorare contro le corse avversarie, con una difesa attenta agli assegnamenti dati. In attacco l’obiettivo è sempre fare gioco, cosa che e riuscita poco fino ad ora. Dobbiamo essere più efficaci sui passaggi e con la Linea d’Attacco, vero cardine di una squadra di football. Il margine di miglioramento è immenso, sta a noi lavorare affinché avvenga il prima possibile!».

Arriva la prima vittoria!

Arriva la prima vittoria!

Comunicato stampa 9/2018

L’attesa è stata lunga, ma averla raggiunta in prima serata in casa, davanti agli occhi dei polesani accorsi sugli spalti del Campo 3 dello Stadio Mario Battaglini ha davvero reso una gioia incontenibile questo evento.

Ecco finalmente il primo successo della storia degli Alligators Rovigo nel Campionato Italiano di Football Americano di III Divisione, che sabato sera hanno battuto i Buccaneers Comacchio 26-14. La partita è iniziata in salita perché ancora una volta gli alligatori dimostrano di avere grossi problemi “da freddi”, subendo subito una segnatura da parte degli emiliani alla prima azione della partita.

Ma poi ci ha pensato Giacomo Fornasiero a portare in partita la squadra, andando a recuperare il pallone mal ricevuto da un giocatore di Comacchio sul punt e portarlo fino in endzone, segnando quindi i primi punti della stagione Alligators, a cui ha fatto seguito il punto addizionale segnato dal piede di Andrea Ferrari.

Dopo alcune serie di azioni di entrambe le squadre, Comacchio è tornata in meta con un’altra corsa esterna, ed il possesso addizionale seguente è stato trasformato da due punti su lancio del quarterback dei Buccaneers. Ma ci ha pensato “lo showman” Giorgio Omietti, il Qb di Rovigo, a rispondere, facendo segnare l’attacco Alligators con una corsa personale esterna dopo aver fintato un lancio.

Il primo tempo si è così chiuso 13-14, mentre il secondo tempo è stato tutto di marca biancoverde, con prima una corsa centrale di Andrea Ferrari fino quasi in meta. Ma in seguito ad un contatto con l’avversario il pallone gli è sfuggito di mano e raccolto da Eddi Pasello in touchdown. Mentre nel quarto quarto la partita è stata chiusa definitivamente da una lunga corsa centrale di Giacomo Fornasiero per il 26-14 finale.

A seguire grandi feste alla Casetta Rossoblù per un “Quinto Quarto” (la versione americana del Terzo Tempo) di festeggiamento per il risultato storico, ma da lunedì sarà già testa alla partita di sabato 21, quando ci sarà il ritorno a Comacchio. Partita valida sia per il campionato che per il Delta Bowl, la sfida tra le due squadre per il predominio sul Delta del Po!

Lezione a domicilio

Lezione a domicilio

Comunicato stampa 8/2018

La prima partita in casa per gli Alligators Rovigo è stata un altro insegnamento da cui imparare, ed è importante non fermarsi al solo punteggio per valutare l’andamento. La sfida con le Aquile Ferrara svolta al Campo 3 del mitico Stadio Battaglini di Rovigo si è conclusa con praticamente lo stesso punteggio dell’andata (0-54 in questa occasione), ma questa volta non c’erano pioggia e tanto fango a rallentare le squadre ed “ammortizzare” la differenza di esperienza e qualità dei giocatori in campo.

L’inizio partita è stato davvero una raccolta di errori incredibili da parte degli alligatori, che hanno concesso 21 punti in un lampo. Prima con due fumble dell’attacco entrambi subito riportati in touchdown dagli estensi, poi sul seguente kick-off (il calcio con cui si restituisce la palla all’altra squadra dopo la segnatura) di nuovo palla persa ed ancora segnatura.

Insomma, un inizio partita davvero da incubo ed un primo quarto concluso con 25 punti per le Aquile. Che già erano superiori di base e non avevano bisogno di tutti questi regali per primeggiare. Poi il resto della partita ha visto alcune buone azioni da parte di Rovigo, sia in difesa che in attacco, e Ferrara mettere a segno altri 29 punti, ma in tre quarti di partita e non in uno solo.

Ora gli Alligators dovranno sfruttare tutte le lezioni che sono state impartite loro in queste partite, con due squadre di ottimo livello come Aquile ed Islanders Venezia, e metterle in pratica nei prossimi due incontri contro i Buccaneers Comacchio.

Infatti Rovigo ospiterà gli emiliani sabato alle 20:30 e sarà a Comacchio sabato 21 aprile, nei due match validi sia per il campionato che soprattutto per il Delta Bowl, il trofeo in palio tra le due squadre.

La coppa sarà assegnata in base alla somma dei punti ottenuti nelle due sfide e determinerà il predominio sul finale del Po che divide le due città. Una battaglia di orgoglio cittadino prima del via della stagione calda sulle coste adriatiche!

Debutto in casa

Debutto in casa

Comunicato stampa 7/2018

Sarà domenica la prima partita di campionato italiano di football americano in Polesine, quando gli Alligators Rovigo affronteranno le Aquile Ferrara.

Il match inizierà alle 15, quando verrà calciato il kick-off di apertura sul Campo 3 dello Stadio Mario Battaglini, grazie alla disponibilità della Monti Rugby. Infatti il campo su cui gli Alligators sono nati e cresciuti, soprannominato “la Palude” ma che in realtà era il Marvelli in zona Commenda, non potrà essere utilizzato per tutta la stagione per i lavori previsti, e quindi gli alligatori si erano trovati senza più casa. Ma per fortuna gli amici della Monti hanno accolto “i cugini americani” sia per gli allenamenti che per le partite, e speriamo che questa unione tra i due lati della palla ovale possa continuare a crescere, viste le ottime premesse!

La partita di domenica sarà ancora una volta molto difficile, come già nelle due precedenti. La sfida che aveva aperto la stagione dei rodigini era stata proprio contro i ferraresi, e le Aquile avevano banchettato con degli alligatori al loro primo match di sempre di football a 9. Ma da febbraio le cose sono molto cambiate, tanti ragazzi si sono aggregati incuriositi da questo sport arrivato ora anche in Polesine e questo ha portato anche a molti i cambi di ruolo. Insomma, la squadra che scenderà in campo questo weekend non ha quasi nulla in comune con quella della sfida passata.

Importante non farsi speranze illusorie: tra una squadra attiva dal 1981 e che non più tardi di tre stagioni fa giocava nella massima serie italiana, con tante giovanili ed una ottima organizzazione, ed un team appena nato che sta organizzandosi e crescendo la differenza è ancora tanta. Quindi l’obiettivo non potrà essere la vittoria, ma intanto dimostrare il miglioramento e ridurre il distacco.

E la speranza di raggiungere questo obiettivo è alta!